DETTAGLI DIMENTICATI?

Saluti del presidente

Cari Colleghi,

Vi scrivo per la prima volta come Presidente AICPE.

Innanzitutto, voglio ringraziarvi per aver riposto in me la vostra fiducia: è un onore essere stato scelto per ricoprire questo ruolo. Voglio ringraziare chi mi ha preceduto in questo incarico e chi si è avvicendato nel Consiglio Direttivo contribuendo alla crescita dell’Associazione.

Sono stato tra i Soci Fondatori di AICPE e ho fatto parte del Consiglio Direttivo: ne conosco la storia, i successi raggiunti e le difficoltà superate. L’AICPE è la materializzazione di un sogno iniziato più di 10 anni fa: una società scientifica che riunisce chirurghi per la loro competenza professionale, dedicandosi in modo prevalente alla Chirurgia Estetica. Condividiamo una realtà lavorativa complessa, fatta non solo di una preparazione chirurgica specifica, ma anche di condotta etica e di particolari e difficili rapporti con la società: gli aspetti fiscali, ministeriali, assicurativi e i mass media, solo per citarne alcuni.

Oggi la nostra associazione, con più di 300 soci, è divenuta punto di riferimento della Chirurgia Estetica Italiana con un ruolo da protagonista, sia all’interno dei confini nazionali, sia al di fuori, come testimoniano i numerosi rapporti di collaborazione con società nazionali e internazionali.

In questi due anni di presidenza mi propongo di portare avanti il grande lavoro svolto dai precedenti Presidenti, con l’intento di contribuire in modo attivo alla crescita organizzativa e qualitativa dell’associazione.

I miei propositi per il prossimo biennio si concentrano su tre aspetti principali: la partecipazione attiva e la maggiore responsabilizzazione dei soci nello svolgimento delle attività della società, il proseguimento e l'approfondimento dei corsi di formazione ed infine un maggior coinvolgimento dei giovani, futuro della nostra associazione.

In questi anni ho potuto constatare con grande piacere una crescita dello spessore chirurgico e scientifico dei nostri soci, che vanno incentivati a partecipare e a confrontarsi con il panorama internazionale in rappresentanza della grande realtà italiana della chirurgia estetica.

L’AICPE è fatta dai suoi soci: è quindi importante il contributo di ciascuno di voi per portare avanti il nostro progetto e per scrivere, insieme, nuove pagine della storia di AICPE e della chirurgia estetica italiana.

Un caro saluto.

Flavio Saccomanno
Presidente di AICPE

TORNA SU