COMUNICATO STAMPA AICPE ONLUS

COMUNICATO STAMPA AICPE ONLUS

AICPE ONLUS INVIA FONDI AL LEBANESE  AMERICAN UNIVERSITY MEDICAL CENTER DI BEIRUT:

UN SOSTEGNO CONCRETO PER I CHIRURGHI PLASTICI LIBANESI CHE STANNO OPERANDO I PAZIENTI COINVOLTI NELL’ESPOSIONE DEL 4 AGOSTO

Aicpe Onlus, associazione no profit satellite di Aicpe, ha destinato 10.000 dollari al reparto di chirurgia plastica e ricostruttiva dell’ospedale di Beirut dove il dott. Chadi Murr sta operando da giorni, in condizioni critiche, decine di persone coinvolte nell’esplosione che ha devastato la capitale libanese


Roma, Agosto 2020 – Aicpe, Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica, si occupa da anni, attraverso l’associazione satellite Aicpe Onlus, di attività di beneficenza e solidarietà in favore di persone svantaggiate a causa di sfavorevoli condizioni economico-sociali, con particolare attenzione ai paesi in via di sviluppo. A causa della pandemia che ha afflitto il pianeta nel 2020 le missioni previste dalla Onlus, in particolare quella programmata in giugno per il Benin, sono state rimandate. Lo scorso 4 agosto si è verificata però un’emergenza che ha spinto Aicpe Onlus a trovare una nuova forma di solidarietà: un’esplosione devastante avvenuta nella zona del porto di Beirut ha ucciso circa 180 persone e ha provocato 6000 feriti, alcuni in modo leggero, ma molti in modo grave.

I pazienti coinvolti in un evento traumatico come quello accaduto in Libano hanno la necessità di ricevere cure immediate per salvaguardare la loro vita, minimizzare le cicatrici e porre rimedio a traumi che a volte comportano la perdita di arti. La chirurgia plastica e ricostruttiva si occupa della riparazione chirurgica di varie parti del corpo non solo per fini estetici, ma anche per rimediare agli esiti di eventi traumatici o operazioni oncologiche.

A Beirut i chirurghi plastici si trovano da giorni di fronte a centinaia di feriti che necessitano operazioni di chirurgia ricostruttiva: in alcuni casi i traumi dell’esplosione hanno provocato la perdita di arti, oppure ferite anche molto profonde. Il dott. Chadi Murr – che si è formato in chirurgia plastica e ricostruttiva a Pisa ed è in contatto da tempo con il Dott. Marco Stabile, Presidente di Aicpe Onlus – oggi lavora nel reparto di chirurgia plastica e ricostruttiva del Lebanese American University Medical Center di Beirut e sta operando da giorni i pazienti colpiti dall’esplosione in condizioni disperate, senza i presidi medici fondamentali per una sala operatoria, come filo di sutura, garze o medicinali per la disinfezione.

“A Beirut il nostro collega Chadi Murr si è trovato a dover operare decine di feriti in condizioni quasi impossibili e ci siamo sentiti in dovere di aiutarlo” - spiega il dott. Marco Stabile, Presidente di Aicpe Onlus – “inviando direttamente all’ospedale di Beirut una parte dei fondi che normalmente destiniamo alle missioni in paesi invia di sviluppo” – prosegue il dott. Stabile - “Quest’anno non andremo in missione a causa della pandemia, così abbiamo deciso di inviare 10.000 dollari direttamente al Lebanese American University Medical Center di Beirut, somma che verrà interamente utilizzata per acquistare materiale sanitario utile per operare le vittime di questa esplosione devastante. Chi ha una ferita profonda o ha perso un arto deve essere assistito tempestivamente da un chirurgo plastico, non solo per questioni estetiche, ma per poter tornare alla propria vita. “

Aicpe: L'Associazione Italiana Chirurgia Plastica Estetica (www.aicpe.org), la prima in Italia dedicata esclusivamente all'aspetto estetico della chirurgia, è nata nel settembre 2011 con lo scopo di promuovere la formazione e la pratica in chirurgia plastica estetica favorendo uno scambio di conoscenze tra i chirurghi qualificati. Ad AICPE, gemellata con l’American Society for Aesthetic Plastic Surgery (ASAPS), la più importante società di chirurgia estetica al mondo, hanno aderito oltre 350 chirurghi in tutta Italia. Membri di Aicpe possono essere esclusivamente professionisti con una specifica e comprovata formazione in chirurgia plastica estetica, che aderiscono ad un codice etico e di comportamento da seguire fuori e dentro la sala operatoria. Scopo di AICPE è tutelare pazienti e chirurghi plastici disciplinando l'attività professionale, rappresentare i chirurghi plastici estetici nelle sedi istituzionali, scientifiche, tecniche e promuoverne la preparazione culturale e scientifica.

Per ulteriori informazioni

Ufficio Stampa AICPE: Simona Dondina, Mob. 338.2350370

Mail to: ufficiostampa@aicpe.com